Incredibile! troppo bello per essere vero !!! è quello che ci dicono i clienti quando andiamo a presentare Compellent!

Cinetica è il primo rivenditore in Italia di Compellent!!!

Compellent è l‚Äôazienda che produce Storage Center.

Storage CenterStorage Center è uno storage innovativo… anche se “innovativo”, rispetto a quello che siete abituati a vedere, è un po‚Äô poco: In realtà è come paragonare un vecchio treno espresso (non voglio esagerare con vapore e carbone) e la moderna TAV.

Proprio ieri al VMworld Compellent ha ricevutol il premio per il miglior storage per la virtualizzazione dei DataCenter. A questo punto chi legge potrebbe dire che non ha nesun dubbio sull suo storage e quello che ottiene è il massimo possibile oggi sul mercato‚Ķ oppure ha dei dubbi e delle necessità non soddisfatte dall’attuale storage!

Bene, se siete nel primo gruppo smettete di leggere. Questo post non è per voi e vi sconsiglio di continuare… alla fine vi sembrerà tutto troppo bello per essere vero e rimarrete increduli. 😉

Ma se siete curiosi di capire se lo storage della vostra azienda, piccolo o grande che sia, può migliorare, quello che segue vi interesserà sicuramente. (piccolo o grande significa da 0,5 a 720TB!)

il primo grosso problema che avete è il raid: il raid come lo conosciamo è obsoleto e molto poco efficiente! Compellent ha risolto questo problema rivoluzionando l’architettura del sistema raid. Una nuova tecnologia, sviluppata da Compellent, (Dynamic Block Architecture) ha permesso di ripensare al modo in cui i dati vengono trattati: DBA registra e tiene traccia di alcune informazioni su ogni blocco di dati nel sistema, in sostanza “dati riguardanti i dati”. I metadati tengono traccia di informazioni sul blocco come la data di scrittura, data di modifica, frequenza di accesso, livello di raid, tipo di dato, tipo di disco usato, volume associato. Grazie a queste informazioni lo Storage Center riesce ad ottimizzare l’accesso ai dati, il livello di raid e il loro posizionamento sui dischi!!! (un nostro importante cliente l’ha definita una rivoluzione copernicana 😉 ) Tutto quello che leggerete da qui in avanti è realizzato grazie al DBA, certo alcuni di voi diranno: “anche il mio Vendor attuale dice che (forse) può fare (alcune) di queste cose”. la nostra risposta è “chiedetegli come lo fanno e poi confrontate con Compellent!”

  1. Compellent riduce notevolmente la complessità: grazie al DBA si introduce il concetto di Virtualizzazione dello Storage, non esistono più i raid group e i volumi (lun) non fanno parte di un raid group. Esiste un pool unico di risorse fatto di dischi (SSD, FC, SAS, SATA), ogni Volume è parte di questo pool… Quali i vantaggi? Virtualizzare lo storage è come virtualizzare i server: tutti i volumi possono godere delle performance di tutto il sistema, si può “spalmare” un volume su più tipi di dischi in funzione dei dati che contiene, si può cambiare il livello di raid ad un volume, il capacity planning è semplificato. La prima feature interessante è il Thin Provisioning (Dynamic Capacity): significa allocare più spazio di quello che ho a disposizione (come per VMware alloco dischi grandi ma occupo solo lo spazio realmente utilizzato)…. esempio: il sistema crede di avere a disposizione 1TB ma usa solo quello realmente necessario (magari pochi GB). Cosa fate quando configurate il vostro storage oggi? fate una stima di quanto spazio vi servirà in futuro e lo aumentate un pò (a volte più di un pò, a volte il doppio perchè una volrta in produzione ogni cosa è un problema, 😎 ) per sicurezza e lo allocate… però ,quando partite con il vostro lavoro , usate solo una piccola parte di quella allocazione e nel tempo crescete… alcune volte è troppo altre è troppo poco… frustrante, no? con Compellent potete allocare il giusto (1TB o 1 PB per esempio) e userete solo quello che serve… il resto sono soldi risparmiati (dischi da non dover comprare o da comprare se e quando serviranno).
  2. Compellent riduce i costi dello storage: uno studio pubblicato da poco dimostra che l’80% dei dati che avete nei vostri storage è inattivo!!!! Compellent ha un software che si chiama Data Progression: La Data Progression sfrutta quanto detto all’inzio (DBA), praticamente potete creare dei Volumi spalmati fra dischi FC (15K e 10K) e SATA. lo Storage Center si impegnerà a scrivere i dati sempre sui dischi più veloci a disposizione (in Raid 10 e quindi massime performance) e poi trasformerà quei blocchi nel livello di raid richiesto e li sposterà, a secondo delle necessità, su dischi più lenti. 😀 Questa funzionalità potrebbe far saltare dalla sedia ogni storage/system administrator ma non è finita…. esiste un’altra opzione chiamata Fast Track: la Fast Track permette di scegliere in quale parte del disco posizionare i dati (per farla semplice: la parte esterna dei dischi è molto più veloce di quella interna!!!). Cosa significa avere il Fast Track? significa che i dati posizionati nel 20% più esterno di un disco da 15K vanno come su un disco da 30K!!! che si traduce in: meno dischi per ottenere lo stesso risultato o più velocità a parità di dischi! a voi la scelta. (e qui potremmo anche aprire il discorso di quanto vi costa in termini di corrente il vostro sistema di storage… ma è un argomento di cui parleremo presto)