Non voglio tediare nessuno sugli innumerevoli vantaggi della virtualizzazione perchè ormai sono noti a tutti ma mi voglio soffermare solo sul risparmio di corrente elettrica:

  • 1Kwh costa 0,18 ‚Ǩ (e come direbbe qualcuno… può solo aumentare)
  • i server stanno accesi 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno
  • il costo della climatizzazione (raffreddamento) fa aumentare il consumo elettrico del 38%
  • un server dell’ultima generazione (1U,2 cpu) consuma circa 550W, useremo questo per i conti (anche se in realtà i vostri vecchi server consumano di più!!!)

ipotizziamo che la vostra infrastruttura abbia circa 60 server:

60 x 0,55Kw x 0,18‚Ǩ x 24 x 365 x 1,38 = 71807 ‚Ǩ di corrente all’anno.

ora ipotizziamo di virtualizzare tutto su tre server (4 cpu quad core, 64GB e un consumo medio di 1Kw):

3 x 1Kw x 0,18‚Ǩ x 24 x 365 x 1,38 = 6528 ‚Ǩ di corrente all’anno.

ricapitolando: 71807 – 6528 = 65279 all’anno di risparmio sulla corrente elettrica!!!

a questo punto sarebbe da aggiungere il risparmio per il networking, lo spazio (1 rack contro 5?) lo storage (solo per le connessioni agli switch o gli sprechi di corrente per i dischi interni sono migliaia di euro da aggiungere).

65279 x 3 anni significa 195837 euro…. in pratica se l’azienda fa un investimento con uno strumento finaziario (es.: noleggio operativo) si ripaga (abbondantemente!!! ) un progetto del genere solo con il risparmio di corrente elettrica.

essere ecologici conviene all’anima, alla salute e, soprattutto per chi paga, alle tasche!!!

Enrico Signoretti

PS: non vi ho tediato sugli innumerveoli vantaggi, ma non dimenticate che ci sono, 😉

PPS: i dati riportati sono reali, risultati di progetti realizzati, 😎