DELL è stata tra le prime aziende ad implementare i nuovi dischi con Tecnlogia TLC 3D Nand sui propri storage array.

Risale infatti a qualche giorno fa il rilascio ufficiale di questi dischi sulla piattaforma storage Compellent. Il vantaggio di questi SSD sta nel costo inferiore poiché in grado di una densità maggiore.

Il risultato tangibile è un abbattimento del costo per GB che porta questi dischi ad aver prezzi simili ai dischi da 15mila giri al minuto, a fronte però di prestazioni decine di volte superiori con maggiore densità e minore latenza.

E’ anche  possibile realizzare configurazioni “ibride” visto che  le unità Tlc 3D Nand, supportano DataProgression, cioè la tecnologia di spostamento automatico dei blocchi , punto di forza degli array Compellent. Con questa funzionalità (comunemente chiamata tiering) i dati vengono spostati sui dischi più appropriati a seconda del loro utilizzo (dati più caldi su SSD, dati meno acceduti su dischi meccanici).


La tecnologia 3D NAND di Samsung al momento è l’unica e, nonostante questi dischi abbiano una durata sulle scritture minore rispetto a SLC e MLC, la garanzia del produttore e il fatto che un vendor come DELL l’abbia poi ingegnerizzata nei sui sistemi è di fatto una sicurezza anche per gli IT manager più cauti.

Il vantaggio che ha DELL rispetto ad altri vendor è che è stata la prima ad implementare questa tecnologia sulle proprie macchine, questo significa che può sfruttare diversi mesi di vantaggio rispetto ad altri brand.
Per maggiori informazioni non esitate a contattarci

Luca Gentilini lgentilini@cinetica.it  SALES DIRECTOR – CINETICA SRL twitter: @lgentilini