Sun rilascerà a breve la prima versione di xVM ed anche xVM Ops Center 2.0.

Quello che salta subito all‚Äôocchio è che si tratta dell‚Äôennesimo derivato di Xen, ma in relatà Sun ha fatto un lavoro molto più importante‚Ķ ha integrato Xen all‚Äôinterno di Solaris.

Un‚Äôaltra cosa importante è che la base era quella di Xen ma il prodotto è evoluto autonomamente ed ora è una cosa un po‚Äô diversa dall‚Äôoriginale.

in pratica: Solaris+Xen = xVM = Hypervisor con potenzialità interessanti.

xVM ha una base solida e molto scalabile, Solaris, che ha a disposizione tecnologie di eccellenza quali ZFS e DTrace (solo per citare le due più famose).

xVM è opensource, la licenza è free e si paga la manutenzione.

cosa significa tutto questo?

il prima cosa importante è questa: Sun ha la famiglia di prodotti di virtualizzazione più completa del mercato.

infatti Sun potrà offrire ai clienti una intera piattaforma di virtualizzazione:

  • hardware: server AMD e Intel da 1 a 8 CPU e Desktop Sun Ray (thin client).
  • software: xVM Server, xVM Ops Center per il management di hardware e software, xVM Virtualbox per lo sviluppo e desktop e xVM VDI .
  • servizi: implementazione e supporto completo chiavi in mano da un unico fornitore (o dal suo partner!!!).

poi devo aggiungere che il prodotto sarà sicuramente da valutare attentamente da un punto di vista economico. Un esempio pratico:

VMware ESX VI Datacenter costa circa 4594 ‚Ǩ per ogni 2 CPU più 1138 ‚Ǩ di manutenzione all‚Äôanno, a questo va aggiunto il costo di un Virtual Center 3952 (a cui andrebbe aggiunto anche il costo di windows e microsoft sql‚Ķ ma lascaimo perdere) e la relativa manutenzione 898/anno.

xVM (nella versione più ‚Äúenterprise‚Äù) costerà 500$ all‚Äôanno per un server da 4 cpu mentre Ops Center 350$ per ogni server gestito all‚Äôanno (xVM fra l‚Äôaltro gestisce sia hardware che macchine virtuali!).

facciamo due conti su una installazione fatta di due server da 4 cpu + VirtualCenter/Ops Center con 3 anni di manutenzione:

  • ESX: 4×4594 (licenze) + 4*3*1138 (4 manutenzioni per 3 anno) + 3952 (Virtual Center) + 3*989 (manutenzione di VC= 38951 ‚Ǩ
  • xVM: 2 server * (500$+350$) * 3 anni= 5100$ (al cambio attuale sarebbero 3600 ‚Ǩ)

una cosa importante da dire è che fino a 8 cpu c‚Äôe‚Äô un bundle di VMWare (Enterprise Acceleration Kit) che costa 18382+13782 di manutenzione (non l‚Äôho considerato perchè sicuramente anche Sun farà operazioni commerciali/sconti per accaparrarsi clienti). Però ciò non toglie che siamo nell‚Äôordine del 90% di risparmio con xVM.

A questo punto però è necessaria una disquisizione di tipo tecnico.

VMWare è VMWare, nel senso che il prodotto è maturo e sicuramente le funzionalità sono le più avanzate oggi disponibili sul mercato (fra l‚Äôaltro la versione 4, di imminente rilascio, aggiungerà altre interessanti features innovative).

Ma quanti di voi sfruttano tutte le funzionalità di VMWare? e quanti sono disposti a pagare per averle?

xVM avrà molte delle funzioni di VMWare e sicuramente il fatto di avere un unico fornitore può semplificare la vita in quei progetti poco complessi (la grande maggioranza dei progetti fatti in italia è fatta di pochi server e un virtual center).

Penso che nel prossimo futuro avremo la possibilità di offrire ai nostri clienti più scelta:

  • VMWare per tutti i progetti mission critical e complessi (sia in termini di funzionalità che di numero di server coinvolti).
  • xVM per tutti i progetti dove il fattore economico è importante, dove ci sono server fisici da gestire (Ops Center gestisce anche l‚Äôhardware‚Ķ soprattutto Sun), dove l‚Äôend user vuole una soluzione chiavi in mano con una gestione semplificata.

ci sarà molto da discutere su questo argomento in futuro, 😉