200903091433.jpg

VMware è quasi pronta ad uscire (si parla di maggio) con la quarta generazione del suo hypervisor e del relativo ecosistema.

I vendor principali stanno già certificando i propri prodotti per essere in grado di conquistare da subito gli “early adopters” e dire: “siamo i primi ad essere certificati con la 4”!   

Fà comunque piacere poter dire dire che Compellent è stato il primo 😀

Ma intanto ci sono le prime avvisaglie di quanto mi aspettavo già da tempo… la politica messa in atto da VMware non aiuta molto le terze parti, che infatti si stanno organizzando per supportare i prodotti della concorrenza (Microsoft Hyper-V e XenServer prima di tutto ma speriamo anche Sun xVM … se uscirà mai!).

La nuova famiglia di prodotti VMware coprirà quasi tutti i buchi di offerta della 3 e presto sarà inutile ogni prodotto di terze parti, inoltre non mi sembra che VMware sia particolarmente intenzionata ad aiutare la crescita di questi piccoli produttori di software che potrebbero togliergli, anche se poco, fatturato!!

Il mercato della virtualizzazione sta entrando in un periodo molto caldo da una parte VMware sempre più sola e con una strategia molto “Enterprise” grazie anche agli accordi con CISCO e la sua controllante EMC…. leggi quì ad esempio dove si ipotizza di una integrazione molto stretta fra le nuove blade di Cisco, lo storage EMC e vmware.

Vorrei far notare che i tre, cisco-emc-vmware, sono i leader dei rispettivi mercati: Network,Storage,HyperVisor; e che ci sono voci, forse infondate ma ci sono, che Cisco abbia dei soldi da spendere in EMC o Vmware… inoltre siccome sono tutti già leader, ed è difficile aumentare in modo sensibile ulteriormente le quote di mercato, è probabile che la strategia di queste aziende sia quella di iniziare a rubare fette del mercato di altri (fantamercato ???!!!).

Dall’altra parte abbiamo il resto del mondo spesso con poche idee e ben confuse:

  • gli Hypervisor: Citrix Xen Server, Microsoft Hyper-V, Virtual Iron, Oracle VM, Sun xVM (?), KVM con RedHat , ecc, ecc… comunque tutti lontani (molto lontani) da VMWARE
  • gli HW vendor: non faccio neanche una lista
  • gli Storage Vendor: tutti
  • le Terze parti: che saranno felicissime di avere una ottima alternativa a vmware ed ereditare tutta l’esperienza fatta su vmware sui nuovi Hypervisor!

a questo punto sembrerebbe ovvio, perchè non comprare la futura piattaforma principe della virtualizzazione e farla finita?

La risposta è anche troppo semplice… ci hanno provato già in tanti e hanno fallito prima quindi non vedo perchè le cose cambieranno ora.

Prima di tutto c’è da dire che la nuova piattaforma promessa sarà di fascia alta (o altissima) probabilmente e non coprirà tutte le richieste del mercato sia perchè, all’inizio soprattutto, sarà fatta di pochi modelli, ma anche perchè altrimenti CISCO dovrebbe metersi a costruire famiglie di Blade come fanno gli altri (HP, Sun, IBM, Dell, ecc)…. poi queste blade sarebbero da vendere in quantità per giustificare i costi industriali!!! siamo sicuri che il mercato ha bisogno di un’altra HP o Dell ?

Secondo Sarà basata su tutte tecnologie nuove e innovative (network 10Gb/sec, FCoE, ecc, ecc,) quindi costose e complicate….

Invece, per quanto riguarda la “banda dei disperati”, avremo sicuramente un vantaggio di tipo economico (basti solo pensare all’annuncio di Xen della settimana scorsa), uno sforzo importante per creare sistemi il più possibile aperti (molti HV sono open source) e un importante coinvolgimento di terze parti.

Se facciamo affidamento al fato che non tutti i clienti e non tutti i progetti hanno bisogno delle funzionalità di vmware e, ancora di meno del mix vmware-emc-cisco, è probabile che nel futuro avremo molti più player nel mercato della virtualizzazione… alcuni dei quali anche credibili 😀

Io, per esempio, sono ancora in attesa di xVM… se arrivasse avremmo da subito un hypervisor (di classe enterprise ?) gratis (si dovrebbe pagare solo la manutenzione) e pronto all’uso su ogni tipo di HW su cui è certificato Solaris (Sun, HP, IBM, Dell, ….), una famiglia di prodotti a contorno interessante e completa, un hardware (anche se si spacciano per sw house ultimamente) ottimo (un esempio) su cui far girare l’Hypervisor, uno storage innovativo all’altezza della situazione e un rinomato supporto tecnico…. cosa volere di più? è praticamente un One-Stop-Shop per la virtualizzazione!

In ogni caso, probabilmente, tutti avranno qualche cosa da dire di interessante…. Micorsoft per prima! con la lista quasi infinita di partner e sostenitori riuscirà sicuramente a guadagnare una fetta di mercato che potrebbe diventare presto fastidiosa per vmware.

il mercato di fascia bassa sarà aggredito pesantemente da subito per poi andare verso l’alto un pò alla volta…

ES

dall’altra tutti gli altri