Vado spesso nelle aziende (pubbliche e private) a parlare con gli IT Manager, in particolare, uno degli argomenti che si affronta regolarmente è il risparmio energetico che però non è (quasi) mai al centro dei problemi dei miei interlocutori!!!!!

L’IT, sia pubblico che privato, non ha nel suo budget di spesa per la corrente elettrica e quindi l’azienda non lo incentiva a spendere meno!!!!

Facciamo l’esempio di una azienda che ha 1000 posti di lavoro:

  • Un PC, un normale desktop di media potenza per le applicazioni di office automation, client ERP, web e mail ha un consumo di circa 100W!!! (escluso monitor o altri accessori);
  • Spesso questi PC rimangono accesi anche di notte, ovviamente nessuno (o pochi) configurano i meccanismi di power saving!
  • I PC scaldano (avete mai messo le mani vicino ai fori di areazione posteriori?).

Facciamo un pò di conti e vediamo cosa succede:

1000 PC * 0,1Kwh = 100KWh (ci avevate mai pensato?)

100Kwh * 12 ore = 1200 KWh (significa che in un giorno ho speso per 1200Kwh di corrente… questo, ovviamente, se tutti spengono il PC quando vanno a casa)

quanti giorni lavorativi ci sono in un anno? se non erro siamo nell’intorno di 220… quindi: 220 * 1200KWh = 264000 KWh (il numero inizia ad impressionare?!)

vorrei aggiungere un piccolo dettaglio… serve la climatizzazione! pensate ad un ufficio con 5/10 PC (10 PC = 1KW = una stuffetta di piccola potenza sempre accesa!!!!)

quindi aggiungo anche il costo della climatizzazione per il 50% del tempo in un anno (il costo in Watt per la climatizzazione si calcola, di solito, aggiungendo un altro 38%) quindi otteniamo: 314160 KWh

quanto costano all’azienda 314160 Kwh di corrente in un anno?

se la vostra azienda comprasse la corrente ad un ipotetico 0,15 ‚Ǩ al KWh la spesa è pari a (314160 * 0,15):

47124 euro all’anno!!!!

Adesso vorrei fare un conto diverso… mettiamo che esista un succedano del PC (Thin Client) che consuma 4 Watt (quasi 0 in standby)…. cosa succederebbe rifacendo i conti?

1000 * 0,004 Kwh * 12 * 220 * 0,15 = 1584 euro !!!!

quindi se potessi sostituire i 1000 PC con dei thin client sono 45540 euro di risparmio all’anno di sola corrente elettrica!!!

se questo risparmio lo moltiplicassi per tre anni otterrei circa 135000 euro di risparmio.

Fino ad adesso abbiamo paralto di corrente ma quanto costa gestire i PC aziendali?

  • I PC fanno rumore, ci sono almeno 2 ventole per ogni PC (una sulla cpu e una nell‚Äôalimentatore‚Ķ spesso molte di più!!!!) e altre parti meccaniche in movimento (dischi)
  • I PC occupano molto spazio
  • i PC si rompono (molte parti meccaniche in movimento)
  • i PC sono da installare
  • i PC sono da mantenere efficienti (aggiornamenti, patch, antivirus, ecc, ecc,)
  • i PC hanno seri problemi di sicurezza (rischio di perdita dei dati locali, furto di parti o di dati)
  • i PC sono legati all‚Äôutente che li usa
  • devo continuare?

200902131154.jpg200902131152.jpg

Insomma a me mi tocca parlare degli altri vantaggi e non di quelli della corrente che in realtà è il primo immediato, tangibile e verificabile risparmio della VDI!

Certo, non ho detto tutto, spostando i PC all‚Äôinterno di macchine virtuali nel DataCenter è necessario dotarsi anche di una adeguata di infrastruttura di server‚Ķ ma è vero anche che con mezzo rack di server (o blade) si possono tranquillamente gestire un migliaio di PC (i nostri clienti già lo fanno!).

Sarà sempre più semplice gestire 10 server che 1000 PC‚Ķ o no ?

Metti anche che questi 10 server costino circa 5000 (compresa la corrente) euro l’uno avremmo un totale di 50000 che ci permetterebbero un risparmio ancora nell’ ordine degli 85.000 euro.

Ma non è finita..

  • l‚Äôobsolescenza di una SunRay è bassissima (è un client stupido‚Ķ io ne ho uno di 7 anniin ufficio e ancora funziona perfettamente), contro un PC che mediamente ha una vita di 3 anni. Quindi dopo il terzo anno non avrò più il costo di acquisto dei PC (quanto ti costa un PC nuovo? moltiplicalo per 1000!);
  • Non fà alcun rumore.
  • Non ci sono dati locali (maggior sicurezza e minor rischi di perdita di dati);
  • E‚Äô più sicura grazie all‚Äôuso della smartcard, la smartcard può integrare la firma digitale e può essere il badge aziendale per la rilevazione della presenza.
  • E‚Äô integrabile con il VOIP
  • Non è legata all‚Äôutente ed è Plug&Play (se si rompe si sostituisce e si riparte in pochi minuti.
  • Occupa pochissimo spazio rispetto ad un PC
  • devo continuare?

Ultima cosa, che ho imparato con l‚Äôesperienza, i progetti VDI non vengono mai accettati quando si propone di sostituire tutti i PC sostituibili. E‚Äô necessario partire con un piccolo (in alcuni casi piccolissimo) insieme di utenti‚Ķ poi le cose si sviluppano da sole: I PC diventano vecchi e si sostituiscono dopo il loro ciclo di ammortamento nel frattempo gli utenti apprezzano i vantaggi e saranno loro poi a chiedere una SunRay, l‚Äôamministrazione dell‚Äôazienda vede i risparmi e tutto diventa molto più facile.

Anche il VDI, con degli esempi funzionati e fruibili, saranno presenti nell’ambito di risparmio, efficienza e innovazione il 19 al nostro evento. iscrivetevi!

ES