Ieri 3Par ha annunciato la sua nuova linea di macchine medie ma io non ho capito bene alcune cose.

I loro nuovi storage sono di fascia media ma loro stessi non si vogliono confrontare con gli storage paragonabili della concorrenza! La loro fascia media è diversa dal resto del mondo???

Certo è ovvio che 3Par è un prodotto migliore di uno storage tradizionale ma questo non significa che ci si può tirare indietro dal confronto e penso che il messaggio marketing sia sbagliato. Non capisco questo atteggiamento, certo le machine costano sicuramente di più… anche quelle di Compellent costano di più, rispetto ai CX o gli EVA di fascia bassa, ma il TCO è tanto migliore che, di solito, non c’è storia. Quindi? quale è il problema?

Seconda cosa, 3Par continua a “snobbare” la tecnologia SSD, a questo punto inizio a pensare che hanno delle serie difficoltà di implementazione, probabilmente la loro architettura non li digerisce bene. In effetti sono pochi quelli che possono digerire questa tecnologia perch√© è troppo diversa in termini di dimensione del disco e velocità rispetto a quelli tradizionali. Finora sono poche le implementazioni SSD degne di dirsi integrate!

Le scuse classiche le stanno usando tutte e i miei dubbi sono condivisi da altri… ma ciò non toglie che, probabilmente, la loro implementazione di wide striping ha dei grossi limiti per l’introduzione di questa tecnologia… forse mi sbaglio ma potrebbero lavorare un pò di più per dimostrarci il contrario. 😉

3Par punta molto sul wide striping come differenziante ma anche Compellent, per esempio, ha il wide striping (forse una implementazione migliore visto che compellent parte da più in basso virtualizzando il blocco!) ed ha una implementazione SSD molto interessante grazie alla DataProgression, forse una delle migliori del mercato è c’è grande attesa per vedere come funziona! (io sarò al Cdrive e mi sono già iscritto alle sessioni sugli SSD).

E