Bene, ormai è di dominio pubblico, penso che lo sappiano anche i muri! Oracle si compra Sun.

E, come al solito, Sono partirte le chiacchiere sul perchè, il come, il cosa, il chi ci rimette, il chi ci guadagna, ecc, ecc.

Intendiamoci bene, Oracle ha comprato prima di tutto java ! si è messa in cassaforte lo strumento su cui ha basato lo sviluppo di tutto il suo software della prossima generazione (e anche molto del vecchio)!

Poi ha messo le mani su Solaris…. Linux, in effetti, era a dir poco limitato per la strategia che si era impostata Oracle. Solaris ha una serie di tecnologie che sono, più o meno, 5 anni avanti: Dtrace, ZFS, le Zone, solo per nominarne alcune! Solaris scala anche molto di più di Linux. Molti clienti grandi di Oracle sono su Solaris/SPARC e se Sun l’avesse acquistata IBM (tanto per dirne uno) non avrebbero fatto una bella fine…

Non ultimo MySQL… Tolta una spina nel fianco? Eliminato un concorrente? Un nuovo mini-Oracle per allargare l’offerta? lo scopriremo solo nei prossimi mesi ma intanto se lo è preso.

E il resto?

Tutti, ognuno per il suo campo, hanno già espresso un commento, più o meno condivisibile.

Diciamo che “il resto” è abbastanza nebuloso, ancora non ci sono dichiarazioni ufficiali dei vari interlocutori.. fra l’altro sembra che il deal l’abbia chiuso Scott McNealy e non Johnathan Schwartz (ciao, ciao Johnny ?!?!?) 😀

E poi Larry Allison ha sempre tentato di entrare nel mondo dell’hardware, vi ricordate? il Thin Client di qualche anno fà, un DB Appliance/machine più volte teorizzato, Pillar, e così via. Forse questa volta è la volta buona!

Già perch√© Sun e Oracle non hanno nulla in comune e la quasi totalità dei prodotti è complementare e comunque anche nelle rare eccezioni si possono ipotizzare integrazioni importanti.

In pratica due opzioni.

Le possibilità sono due:

  1. Oracle diventa anche un hardware vendor
  2. Oracle non diventa un hardware vendor

Perchè Oracle avrebbe dovuto decidere di diventare anche un hardware vendor? La prima risposta potrebbe essere quella di diventare una concorrente credibile di IBM.

Da un lato abbiamo IBM che ha tutto (servizi, hw, sw) e dall’altro HP che ha solo hw e servizi (gli manca il software e farà fatica ad averlo in tempi brevi visto quello che ha speso per EDS).

Chi rimane? nessuno:

  • Dell? probabilmente morirà sotto la pressione dei cinesi!
  • Fujitsu? destino incerto dopo questa acquisizione visto che l’x86 non va benissimo e i clienti Enterprise li hanno su SPARC/Solaris!
  • Microsoft? sicuramente sarà sempre presente ma è una software house fà pochi servizi e ha altri progetti (diventare il concorrente di google per esempio).
  • Altri? non mi viene in mente nessuno di credibile!

Quindi oracle sarebbe rimasta ostaggio/complice di HP o comunque avrebbe dovuto stringere alleanze sempre più strette con HP senza in realtà guadagnarci nulla e, anzi, rimanere sempre più in un angolo perch√© chi porta i progetti è EDS…. EDS è HP 😉

Oracle ha anche il problema di SAP… già, perch√© negli ultimi anni ha comprato tutti i concorrenti a parte SAP, sono rimasti solo loro due e SAP ha forti legami con IBM ed anche HP, è agguerrita ed è indipendente dal DB. Migrare a Fusion, prossima major release di EBS, sarà traumatico… e per SAP si apriranno opportunità interessanti… soprattutto se sponsorizzate da IBM o HP.

Poi ci sono quei “matti” di Cisco che si buttano nei blade Enterprise con VMWare… Oracle odia VMware e non ho visto nulla su un eventuale Oracle RAC sull’UCS di Cisco…. Insomma tutti a virtualizzare, Cisco è solo l’ultima; e Oracle? non ha una strategia chiara e una piattaforma pronta per la virtualizzazione.

La scelta sembra semplice a questo punto. Oracle doveva decidere e doveva farlo in fretta… diventare una specie di IBM o rimanere in balia degli altri? Sembra che abbia deciso per allargare, e di molto, la sua offerta per diventare più simile ad una IBM o ad una HP: Servizi+HW+SW. Già oggi un mio cliente si sognava una scatola magica che fà tutto: l’ERP, il DB con l’auto-tutto, facile, solido, potente… per ora sogni ma in futuro? altro che Unified Computing di Cisco!

Poi però c’è la seconda opzione… quella più triste ma, se vogliamo, anche più facile. 🙁 Oracle si è comprata Sun, come già detto, per il software e il resto andrà in dismissione il prima possibile. in fondo perchè Oracle dovrebbe sporcarsi le mani con l’hardware? perchè mettere in discussione tutte le partnership che ha? perchè rischiare così tanto? perchè rivedere totalmente il suo approccio al mercato?

Questo significherebbe poche cose ma allineate alla strategia Oracle attuale:

  • Solaris ritorna ad essere la piattaforma di riferimento (è certificato su tutti gli HW vendor importanti), quindi Oracle, a parte le beghe dell’HW si prende tutto.
  • JAVA significa avere un bel controllo su IBM e su molto del software Enterprise scritto negli ultimi anni, darebbe forza ad ogni tipo di partnership!
  • MySQL potrebbe essere utile.. non so bene a cosa adesso ma potrebbe. 🙂
  • La piattaforma di virtualizzazione che ha Sun ad Oracle mancava e completerebbe l’offerta!

il resto al miglior offerente o al macero. 🙁

Io, ovviamente, punto per la prima ma vedo che la comunità su internet propende più per la seconda… vediamo cosa succederà i prossimi giorni con i primi commenti di Sun e Oracle….

ES