I dati IDC… e la crescita di iSCSI

IDC ha pubblicato i dati relativi allo storage esterno per il periodo Q4/08 .

OK, EMC è e rimane il numero 1, penso che Chuck non si stancherà mai di dirlo 😀 , al mondo con il suo bel 23.3% di market share… questo non significa che è il miglior storage ma che è quello più venduto/vendibile, 😉

Fra l’altro i dati sono un pò fuorvianti perchè sono rappresentati i marchi finali e non i produttori (es. HP e Sun, per la fascia Enterprise, vendono storage HDS).. ma questo è un altro discorso.

In ogni caso il dato brutto è che il mercato ha subito una, anche se piccola, contrazione dell 0,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso… ma devo aggiungere, se andiamo ad analizzare a fondo i dati, che il rallentamento si è registrato sui grandi clienti e grandi sistemi mentre i sistemi mid-range e entry level hanno avuto un incremento.

Dell e HP sono quelli cresciuti di più… forse Equallogic e LeftHand hanno aiutato? non so, ma sono sicuramente in quella fascia di prodotti entry level che è in crescita e che i clienti stanno cercando.

La cosa che mi ha interessato di più è stata comunque l’incremento di iSCSI (+61,6% !!!!)… certo anche noi ci troviamo sempre più spesso a proporre soluzioni che usano iSCSI, soprattutto perch√© in questo periodo di crisi c’è molta sensibilità a valutar tecnologia più economiche e facili da usare.

Mentre FC è in calo (-3,2%) probabilmente stesso motivo di cui sopra… la ricerca di soluzioni più economiche, facili e di minor impatto.

Quindi NAS e iSCSI crescono e la fibra cala un pò… inoltre adesso che si sta arrivando al 10GB/sec iniziano i primi ragionamenti su iSCSI a 10GB/sec!!!!

10Gbit/sec sono interessanti per tutti… un upgrade a 10Gbit/sec per iSCSI potrebbe rivelarsi una banalità e si può pensare di mantenere la compatibilità con le attuali 1Gb/sec… in fondo, in certi casi è sufficiente fare un upgrade di switch e in poco tempo penso che gli switch con port 1/10GB saranno più economici. E poi è TCP/IP quindi si può pensare ad avere sulla stessa porta anche dell’altro… (NFS/CIFS o traffico IP)… in fondo con un paio di schede da 10Gbit avrei 20gbit in load balancing e path failover.

FCoE è un’altra storia: nuovi switch, nuove hba (che si chiameranno CNA)… migrazioni, costi, ecc. non sarà una adozione rapida ed indolore.

In ogni caso è molto probabile che oggi chi compra o aggiorna una SAN FC vede l’8GB/sec come prima scelta visto che, praticamente, FCoE non è ancora realmente commerciabile.

Poi rimane sempre l’opzione infiniband che cresce piano piano in sordina.. ha tutti le difficoltà di adozione di FCoE ma anche tutti i vantaggi più i 40GBit, è pronta, matura, e darebbe una bella mano nella semplificazione dei cablaggi dei datacenter (MAX 2 cavi per ogni server con TCP/IP, storage, management, ecc., ecc. ad alta velocità!)

ES

Ti piace questo articolo?

Share on linkedin
Share on Linkdin
Share on twitter
Share on Twitter
Share on facebook
Share on Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy